E infine il mio parere

 
Ed eccomi qua, non potevo resistere alla tentazione. Stante la necessaria premessa del precedente, prolisso post (ovvero: manca un sacco di roba che mi sarebbe magari piaciuta se avessi avuto occasione di ascoltarla MA…), ecco la classifica dei  miei 10 dischi del 2005.
 
I criteri per la scelta sono vari, dall’innovazione portata (secondo il mio personale, limitato metro di giudizio) all’emozione che mi hanno dato dal vivo i relativi concerti, fino al tempo durante il quale questi cd sono rimasti ostinatamente nel mio lettore.
Tra gli esclusi, meritano comunque menzione i sempre in palla System of A Down (fossero stati meno avidi avrebbero magari fatto uscire un grandissimo album unico, scartando qualche brano minore dai due cd usciti), la conferma dei Chemical Brothers, i Maximo Park – se mi fossi già procurato l’album so che sarebbe nei 10 -, i Subsonica in netta ripresa (nonostante il definitivo salto nel mondo dei gruppi con pubblico teen) ,  i Baustelle che ho apprezzato dal vivo (anche qui l’intero album devo sentirlo ancora) e infine lo storico ritorno dell’ottima Kate Bush, uscita recente e che perciò non ho ancora metabolizzato.
Anche The Dears e Killers mi hanno entusiasmato, ma sono usciti nel 2004.
 
 
10. Coldplay – X & Y
Sì, peggiorano sempre. Sì, copiano il modello “ballata da stadio” degli U2 senza esserne ancora all’altezza. Sì, molte canzoni sfruttano lo stesso trucchetto dello stacco silenzioso dopo il ritornello e-poi-tappeto-di-chitarre-a-crescere-pian-piano. Sì, della coppia Martin-Paltrow non se ne può più (e questa cosa di Chris Martin sex symbol è una delle più improbabili degli ultimi anni).
Oh, però magari sentirne di altre canzoni come queste alla radio, al posto di Antonacci et similia.
 
9. LCD Soundsystem – LCD Soundsystem
Preceduto dai pupilli Rapture, da una miriade di altre produzioni/collaborazioni e da una serie di singoli (qui provvidenzialmente raccolti nel secondo cd), ecco James Murphy, che ad ArezzoWave mi ha coinvolto e fatto muovere il culo come non avrei mai creduto. E lo stesso lo ha fatto con tutto il resto del pubblico. Rinfrescante per la mia estate.
 
8. Nine Inch Nails – With Teeth
Per me Trent Reznor può continuare a drogarsi e disintossicarsi quante volte gli pare,se poi torna ogni tot anni sfornando album intensi come questo. Meritava più successo. La sua musica sconta forse l’essere troppo pesante per gli ascoltatori più pop e troppo sofisticata per i trucidi fans di Rammstein & Manson.
 
7. Editors – The Back Room
Sarebbe stato da podio sicuramente, se la band non fosse un clone spudorato degli Interpol. Ma in questo album ci sono grandi canzoni e soprattutto…gli Interpol non hanno fatto uscire dischi quest’anno (e qui gli Interpol si venerano e basta).
Magari i ragazzi si faranno (non nel senso di Reznor spero), differenziandosi di più.
 
6. New Order – Waiting For The Sirens’ Call
Da un gruppo clone a un gruppo che clona se stesso (e quindi merita un posto in più). Insomma, quest’album credo non sia nella classifica dell’anno di nessuno, ma a me i New Order che rifanno i classici New Order mandano in sollucchero.
E per le emozioni di quella sera a Torino (sentire True Faith dal vivo, ballare sui dischi messi da Peter Hook felice come un bambino) sarebbero stati da podio.
 
5. The Mars Volta – Frances The Mute
Li ho maledetti per la sadica composizione della tracklist del cd (canzoni divise in più tracce audio, la title track che…non è nell’album). Ma si confermano grandi, nella loro pretenziosità. Ascolto impegnativo, sensazioni forti.
 
4. Bloc Party – Silent Alarm
E’ dalla sua uscita a inizio anno che ne sento parlare bene ovunque. I singoli mi piacevano ma non mi attiravano troppo verso l’album. Poi, quasi fuori tempo massimo, la scoperta.
L’energico accompagnamento che mi ci voleva per un autunno di dolciamare novità.
 
3. Afterhours – Ballate Per Piccole Iene
Altro che i bolliti Marlene. Quello scorbutico di Manuel Agnelli non perde colpi, anzi ci ha rifilato a tutti altri dieci pugni nello stomaco. E dopo un disco non proprio allegro…
 
2. Franz Ferdinand – You Could Have It So Much Better
Su questi ho già sproloquiato troppo, direi. Un ritorno degno delle aspettative.
 
1. Offlaga Disco Pax – Socialismo Tascabile
Incredibile l’ascesa di Max, Enrico e Daniele. Le loro piccole, ironiche, commoventi storie hanno saputo raggiungere via via un pubblico sempre più vasto. Mi hanno accompagnato in serate estive trascorse ad ascoltarli nelle location più improbabili, sono stati il sonoro di viaggi in macchina colmi di entusiasmo o speranze o disillusione.
Primi loro, perché quest’anno mi ha confermato che bisogna avere stile anche nei momenti peggiori.
Ma anche che a volte basta poco per sentirmi meglio.
 
 
PS. Questa stessa classifica la trovate anche su Disco Bravo di Gecco, insieme a quella di tanti altri più edotti di me (e alla graduatoria risultante).
 
Qui invece una divertente parodia, in forma di guida (How To Make A Hip End of the Year ‘Best Albums’ List), su questo tipo di classifiche di fine anno (segnalato giorni fa da Inkiostro).
Annunci

4 Responses to E infine il mio parere

  1. utente anonimo says:

    Ti riferisci al viaggio di ritorno da Arezzo wave? Molto più viaggio di disullusione x me che di speranza o entusiasmo almeno al ritorno :)

  2. Disorder79 says:

    eheh no caro u.a., non mi riferivo a quel viaggio in particolare;) quel disco si è impossessato della mia autoradio per un bel po’..

  3. rza79 says:

    Assolutamente d’accordo con te per quanto riguarda la posizione n°1…Approfitto di questo spazio che gentilmente mi concedi per dirti una cosa che ancora, a proposito di offlaga, non ti ha detto nessuno: HAI LA FACCIA COME IL CULO!!!

  4. Disorder79 says:

    Eh sì…a me serviva il militare nella legione straniera :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: