I have to admit I’m getting geeker

Mi si perdoni per la blasfema citazione beatlesiana del titolo.
 
Devo confessarlo, da quando per caso ho scoperto Bloglines la mia frequentazione dei blog ne sta traendo notevole giovamento e soprattutto un certo risparmio di tempo (la povera connessione dial-up ringrazia).
 
Ho fatto lo spocchioso fino all’altro ieri vantandomi di non sapere niente di cosa fosse un feed: beh, mi cospargo la testa di cenere e ammetto che sono aggeggi molto utili. 
Spiegazione cialtrona per i più profani di me (ce ne sono?): i feed sono in pratica codici dall’aspetto simile a indirizzi html (generalmente contengono, in combinazioni variabili, le misteriose sigle atom, rss, xml): ogni blog ne ha uno, spesso più di uno (anche le piattaforme gratuite come Splinder li forniscono ai blog che ospitano, anche se é possibile decidere di non pubblicarli): li trovate passando il mouse sugli appositi bottoni.
 
Se infilate questi codici in un programma apposito, o in un sito come appunto Bloglines (che non richiede neanche di scaricare un programma, ma consente di gestire il tutto dal web), avrete la vostra colonnina di blog preferiti (ma il discorso vale anche per molti siti di news) e sarete avvertiti su quando sono stati aggiornati con nuovi post. Fantastico, no? Un meccanismo simile a quello dei Preferiti di Splinder, ma che potete usare con qualsiasi blog, anche quelli con dominio proprio.
Consente di evitare il giro inutile dei preferiti, evitando quelli che non hanno dato segni di vita.
Inoltre è possibile leggere i post interi o gli abstract direttamente dalla propria pagina personale, evitando però i fronzoli rallentanti (come banner e finestre laterali) di cui certi siti abbondano (la povera connessione dial-up esulta).
Naturalmente, quando poi il post (o la news) interessa, uno sul relativo blog (o sito) ci va lo stesso.
 
Sto ancora imparando a usarlo, ma ci sono varie altre funzioni interessanti, che ora non mi addentro a descrivere. Ed é disponibile anche in italiano: il che non guasta per chi come me mastica poco l’inglese informatico.
Naturalmente ci saranno altri mille e millanta strumenti analoghi, ma io questo ho trovato e insomma lasciatemene la soddisfazione!
Annunci

3 Responses to I have to admit I’m getting geeker

  1. kAy979 says:

    bloglines eh?
    un giorno che ho tempo sperimento :)

  2. wittyboy says:

    Hai ragione, i Feed fanno la differenza nella quantità di fonti che si possono tenere sott’occhio. E di conseguenza anche nella qualità dell’informazione cui si ha accesso.
    Io usa Sage, un’esensione di Firefox, è comodissima!
    Purtroppo secondo alcune stime pare che solo il 5% dei navigatori usi i feed rss.

  3. Disorder79 says:

    @Witty:Oltre che il discorso della quantità di informazioni, l’aspetto più importante è la velocità con cui si accede subito ai contenuti, per poi decidere se andare sul sito in questione e leggere con calma quelo che interessa. Questo vale in particolare per chi ha poca banda di connessione, e soprattutto per i siti di news (si va in culo alla grafica pesante della homepage di repubblica, ad esempio, saltandola direttamente)

    @Kay: l’ho detto però, non so se questo è il Reader migliore sulla piazza, non ne ho provati altri :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: