2+2=5

«Un’etica laica non significa un’etica opposta alla fede, un laico può essere ateo o credente. Etica laica significa un’etica che è contraria all’integralismo, che riconosce il pluralismo delle sensibilità, delle culture, e che realizza quella sintesi che permette la libertà».
L’avete riconosciuto? E’ Piero Fassino col suo solito ritornello del rispetto di tutte le sensibilità – ma più rispetto per alcune, che guarda caso prevalgono sempre. 
L’occasione in cui il suddetto ritornello è stato ripetuto è un convegno dei DS a Roma sulla laicità (chiaramente in funzione propagandistica anti-RNP), di cui parlava ieri questo articolo de L’Unità.
 
Ora, uno legge de "il ruolo che da sempre la Quercia ha avuto nella battaglia per l’etica, la laicità e i diritti" e quasi tira un sospirone di sollievo.
Poi però nella stessa giornata legge anche questo: i candidati per la Margherita al Senato Luigi Bobba (ex Presidente ACLI) e Paola Binetti (quella del Comitato Scienza&Vita che ha fatto fallire lo scorso referendum, immagino amatissima dalle famiglie italiane rimaste grazie a lei senza figli) assicurano in una lettera ai propri elettori che con loro i PACS no pasaran, in nessuna forma.
 
Lo so, sento già l’obiezione: "Ma questi figuri vengono candidati (e verranno eletti) al Senato, dove DS e DL corrono in liste separate". Beh, evidentemente non è casuale questa collocazione. Così i DS possono continuare coi loro proclami illuminati, la Margherita può continuare nella sua affannosa (e inutile, continuo a pensarlo) rincorsa al voto ultra-clericale. Ognuno per la sua strada. Il listone unico alla Camera è solo un esperimento…
 
E NO. Ecco dov’è il problema. La divisione al Senato è solo una conta, un modo dei due partiti per pesarsi.
Il futuro, a me elettore ignorante, pare tanto questo: "Se vinciamo vedremo il Partito Democratico. Come prima cosa si fara’ il gruppo parlamentare". Così Romano Prodi.
Romano Prodi non sarà certo l’unico a decidere per i due partiti, certo. Ma il progetto c’è, anche da parte dei dirigenti dei DS. Che fanno i laici nei convegni e nelle piazze, poi preparano la nuova DC nelle segreterie.
 
Io al voto disgiunto (votare i DS solo al Senato, per far "pesare" la differenza col risultato alla Camera e boicottare così la strategia del partito unico) ci avevo anche pensato. Ma perchè dovrei contribuire a far eleggere deputati che costituiranno probabilmente un gruppo parlamentare unico con i ruiniani? Qualcuno me lo spieghi.
 
Non voglio sparare per forza sui DS, ognuno ha le sue magagne, anche la Rosa nel Pugno. Senza spostarsi dal tema della laicità, lì dentro ci sono i Del Turco, per esempio.
 
Ma io in Italia vorrei un forte partito "di massa" socialista, o socialdemocratico, o laburista, o di sinistra, o chiamatelo come volete. Un partito moderno, anche molto riformista e moderato, ma che a etica, laicità e diritti ci tenga davvero. E questo i DS non vogliono esserlo.
 
Non siamo nella canzone dei Radiohead, dove 2+2 fa 5. La acrobazie verbali di Fassino mi lasciano indifferente, i conti cerco di farli da solo e i miei risultati sono diversi.
 
Vorrei fatti, Fassino, non parole.
Non mi basta che l’anno scorso il tuo grande partito di massa si sia schierato nelle ultime settimane a favore del referendum contro la legge 40, se poi l’anno successivo, persa quella battaglia, rinnega la sua posizione laica e si appresta a coordinarsi/federarsi/unirsi con chi era schierato dall’altra parte, con gli anti-democratici che invitavano ad astenersi, con quelli che la loro morale è quella da imporre a tutti.
 
Non mi bastano le sette righe al vento sugli ipotetici Pacs contenute nel programma dell’Unione, quando i vostri alleati scrivono intere lettere in cui assicurano che si batteranno perchè nessun diritto in più venga concesso ai cittadini italiani andando contro le indicazioni proveniente da oltre Tevere.
 
Non ho ancora le idee del tutto chiare chi votare. Ma le ho già abbastanza su chi non votare.

Annunci

2 Responses to 2+2=5

  1. meija says:

    Come al solito il motto è: “cerchiamo di essere il più vaghi possibile, così riusciremo a tirar su più voti!!”.
    Quando decidi chi votare fammi un fischio perchè io ho il morale a pezzi!

  2. Disorder79 says:

    Bah, al momento oscillo tra RNP e Verdi. Più vicino alla prima, di cui non digerisco solo alcune posizioni. Come al solito si va su chi si ritiene il meno peggio, però (ma non è un problema solo mio).

    Ma la campagna elettorale è ancora tanto luuunga (aiuto!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: