Enjoy the electoral silence

Ho finito le pile: almeno per quanto riguarda il blog.
Potrei parlare delle ultime indecisioni sulla scelta della lista meno indegna della mia crocetta, tra quelle all’interno dell’Unione.
Potrei fare bilanci su questi 5 anni e su come li ho vissuti.
Potrei linkare i bilanci di tanti altri, scritti molto meglio di quanto io potrei mai.
Potrei e vorrei dire ancora mille e millanta cose su questa eterna, avvelenata, selvaggia campagna elettorale.
Potrei parlare delle mie speranze, delle mie paure e delle mie disilluse certezze (è italiano?).

Mi arrendo, non ce la faccio più.

Per ora, almeno.
Non escludo di violare il silenzio elettorale in questi 2 giorni, se mi andrà: chi fosse irritato dalla cosa, potrà girare le terga e andarsene altrove. Magari optando per le reti Mediaset, che scommetto non mancheranno di fare altrettanto.

Oppure potrei parlare di altre cose: a cominciare da quanto sono incazzato con la nuova normativa che riserva una buona percentuale del corpo-scrutatori alle indicazioni delle liste; tra le varie conseguenze c’è che a questo giro il sottoscritto, senza arte nè partito, è rimasto fuori.

Stavolta, parafrasando Bersani (che poi io quella canzone, citatissima, mica l’ho sentita ancora) sarò votante non scrutatore, senza ricevere nè la gratificazione civica nè quella economica.
Ma magari almeno potrò riposarmi e pensare anche ad altro, in questi 2-3 giorni. Seee.

A proposito, fa stranissimo ricordarsi che domenica (domani per chi legge) c’è il posticipo Juventus- Fiorentina.
Decisiva per noi, peraltro.
E constatare che non è una priorità, stavolta.

Annunci

3 Responses to Enjoy the electoral silence

  1. utente anonimo says:

    ops io sono scrutatore…. spero non me ne vorrai. Nei comuni medio piccoli come il mio è più facile trovare un partito e/o un arte :-)

  2. Ero io: Andreas di Un voto gay :-)

  3. Disorder79 says:

    Vabbè, il tuo posto mica l’hai fregato a me :)
    Anch’io avrei potuto attivarmi in questo senso, forse. Ma non mi piaceva l’idea delle quote-partito tra gli scrutatori, e continua a non piacermi. Capisco che i rappresentanti di lista, non ricavando alcun cash, latitassero parecchio ai seggi, così come capisco che in alcune sezioni fosse magari difficile trovare scrutatori disponibili. Ma continuo a preferire il seggio composto da cittadini nominati a caso, ognuno con le proprie idee ma senza alcuna etichetta in fronte o legame ufficiale.
    Poi vabbè, fossero queste qui le leggi vergogna!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: