The same old post-a-punti

Un po’ di sano (?) weblogging musicale ad ampio raggio, senza la pretesa di dare notizie esclusive:

1) Cabal trascrive la classifica completa dei 50 eroi musicali di tutti i tempi secondo i lettori di NME.
Che venissero privilegiati schifosamente gli inglesi sugli americani ci si poteva aspettare, da una classifica del genere; che venissero privilegiati i divi degli ultimi anni sui grandi della storia del rock, idem.
Ma a tutto c’è un limite e certe cose gridano vendetta:
– Courtney Love 20 posizioni sopra Patti Smith
– due Oasis nei primi 10
due inutili Libertines nei primi 5.

…e fermiamoci qua che è meglio.

2) E’ iniziato il nuovo tour di Madonna, che coniuga impegno sociale (?) & trasgressione. Sul palco proiezione di video e statistiche sul terzo mondo, mentre la Ciccone con in testa una corona di spine si fa crocifiggere, ridefinendo i confini del cattivo gusto.
Da ora in poi Madonna crocifissa non sarà solo una imprecazione toscana particolarmente fantasiosa, ma una realtà negli stadi di mezzo mondo (a prezzo salato, s’intende).
A questo punto è quasi dovuto il link al Colonna che a sua volta sottoscriveva questo sfogo.

3) E nel frattempo, siccome la mamma delle cretine è sempre incinta e anche le cretine a loro volta restano incinte e sfornano figli, Bluebell Madonna è il nome della figlia di Geri Halliwell (Italian Psycho riporta le inquietanti spiegazioni fornite in proposito dalla cantante)

4) E dopo tanto trash, finiamo in bellezza. Grazie a Jukka Reverberi scopro la tracklist della meravigliosa colonna sonora (presumo doppio disco, sono 25 pezzi) di Marie Antoinette, il nuovo imminente film di Sofia Coppola.

Io adoro questa donna.
Se per Il Giardino Delle Vergini Suicide si era affidata completamente agli Air e per Lost In Translation aveva incluso gente come My Bloody Valentine e Jesus And Mary Chain, qui siamo all’apoteosi.
Tra gli altri, pezzi di Gang of Four, Cure (con Plainsong!), Siouxsie, Radio Dept, Aphex Twin, Bow Wow Wow, Adam Ant, Strokes, Air, Phoenix.

Al Tg1 ho visto in questi giorni un servizio proprio su questo film: le immagini della protagonista Kirsten Dunst in costume avevano come sottofondo quello che potrebbe essere il pezzo portante della soundtrack: Ceremony dei New Order.

Teste nobili mozzate che cadono, con i New Order in sottofondo. Quando arriva al cinema?

Annunci

2 Responses to The same old post-a-punti

  1. Speriamo che non sia straziante nella sua lentezza come Lost in translation…

  2. Disorder79 says:

    @Witty: LIT era lento forse, ma non noioso dai!
    Questo invece rischia seriamente di essere la sua prima ciofeca di film. Ma se si sente quella musica io sarò contento lo steso:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: