L’Unione (finalmente)

Quando ho letto le prime notizie ieri sera non volevo quasi crederci.
Invece oggi è tutto confermato:
Pride Nazionale unitario, il 9 giugno a Roma. 

Nella giornata di ieri infatti Arcigay, Arcilesbica, il Mieli e le altre associazioni romane, FacciamoBreccia, l’Agedo e le altre associazioni glbt italiane più importanti (immagino che anche gli altri si accoderanno) hanno tutte fatto un passo indietro, organizzando un calendario comune:

Sabato 10 marzo: manifestazione nazionale a Roma, presumibilmente durante il periodo di discussione delle proposte di legge sulle unioni di fatto.

Sabato 9 giugno: Pride unitario nazionale a Roma (a Bologna si svolgerà invece quello del 2008).

A tutti coloro che non hanno seguito gli scazzi interni al movimento glbtq italiano, questo sembrerà normale. Invece il raggiungimento di un compromesso organizzativo tra la moltitudine delle sue sigle è uno storico risultato, per cui forse dobbiamo paradossalmente ringraziare la vera e propria persecuzione mediatica e politica a cura rispettivamente del papa tedesco e di Bacheca Binetti.

A un centrosinistra diviso, inchinato al Vaticano, ostaggio delle sue componenti ultracattoliche e non pienamente convinto del valore delle battaglie sui diritti civili neanche in quelle laiche, le associazioni finalmente rispondono unite e compatte.

Ma a questo punto la parola passa ai cittadini italiani gay, lesbiche, bisessuali, transessuali, ai loro amici e familiari eterosessuali, a tutti gli italiani che credono nell’uguaglianza e pari dignità di tutti i cittadini, indipendentemente dalla loro religione e dal loro orientamento e identità sessuale e affettiva.

Ora o mai più: in quelle due date bisognerà esserci. E numerosi.
Per la disgraziata classe politica di centrosinistra quella di questo 2007 sarà l’ultima possibilità per non giocarsi vagonate di voti e per non perdere il treno del XXI secolo.
Per gli italiani, sarà l’ultima occasione per farle sentire la propria voce.

Cominciate a segnarvi le date, specie quella del 9 giugno.

Annunci

2 Responses to L’Unione (finalmente)

  1. come ho già scritto altrove, era ora! finalmente un po di buon senso… ragazzi, vi ho rubato l’img spero non ve ne dolga…
    ad ogni modo, a questo punto, non resta che drizzare le antenne ed esser pronti ai richiami che arriveranno, abbassando il livello di criticismo che ci caratterizza, e dando una mano anche solo partecipando alle manifestazioni/mobilitazioni che verranno messe in atto e delle quali spero non mancherà ai promotori di diffonderne notizie in maniera adeguata per far si che il popolo GLBT si senta partecipe.

  2. Disorder79 says:

    FM, la cosa dell’immagine rubata era per il commento su queerblog mi sa ;)

    …concordo in pieno,comunque.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: