Tu quoque Amanda!

Non si può più contare su nessuno, signoramia.

Prima c’era stata Patty Pravo con le sue esternazioni omofobe a Rolling Stone (poi smentite in modo poco convincente: ma c’è anche da dire che l’equilibrio mentale del personaggio é quello che é).

Poi il repentino cambio di rotta di Renato Zero, che un paio d’anni dopo il suo quasi-comin’out voltava le spalle all’omosessualità propria e altrui (con il tristemente famoso slogan "sono di ben altra pasta"), per guadagnarsi il proprio spazio alla corte vaticana.

Ma quest’ultima paradossale notizia proprio non me l’aspettavo, tanto che sembrerebbe quasi uno scherzo: Amanda Lear in preda alla transfobia (!), che si rifiuta di salite sul palco insieme alle drag queen in una nota serata gay milanese in cui era ospite (pagata profumatamente, suppongo).

amandaIl tutto adducendo la volontà di "evitare che apparissero sue immagini contornate da personaggi volgari e seminudi facendo di tutta l’erba un fascio e offendendo centinaia di persone che vivono, anche con sofferenza ma con grande dignità, il disagio di genere", secondo quanto riporta il comunicato stampa degli organizzatori.

Per quanto abbia sempre sospettato che la persona fosse contraddistinta in privato da una certa dose di opportunismo e stronzaggine (e i dettagli biografici inquietanti non mancano, dal misterioso incendio in cui ha lasciato le penne l’ex marito all’attuale "fidanzamento" con un modello che potrebbe esser suo nipote), non mi sarei mai aspettato comportamenti del genere dal personaggio pubblico; un personaggio che ha basato la propria carriera sulla favolosità, sull’ambiguità e su un anticonformismo spesso politicamente scorretto ma mai offensivo.

In attesa di eventuali repliche o chiarimenti, non resta che ricordarla con due testimonianze video dal suo dignitoso ma soprattutto sobrio passato:

Amanda Lear – Tomorrow

Amanda Lear – Ho Fatto L’Amore Con Me

Annunci

14 Responses to Tu quoque Amanda!

  1. enkeli989 says:

    vabè, ho appena finito un post sui joy divison e l’ultimo blog aggiornato nella tag musica è quello di un certo “disorder” -.-‘ incredibile :P

  2. Disorder79 says:

    Beh, però l’argomento del post è decisamente più trash rispetto ai Joy Division :D

  3. enkeli989 says:

    decisamente…ma ho preferito non commentare :D

  4. AnelliDiFumo says:

    Amanda non si discute, si ama.

  5. Sei stato nominato
    (Perdono, perdono, perdoooooooono)

  6. cadavrexquis says:

    La Lear ha molte cose da nascondere sul suo passato da transessuale. Qui, più che “transfobia” – che forse c’è – è coda di paglia. Caso di “self-hating transsexual”?
    Stefano

  7. Disorder79 says:

    Molly: visto. Perdonata, anzi grazie. Cercherò di provvedere.

    Anelli: beh qui Amanda si ama (come gerundivo richiede), ma se piscia fuori dal vaso come sembra abbia fatto in questo caso si sfancula pure lei.

    Stefano: ecco, proprio te aspettavo al varco!
    E come imaginavo, anche a te che potresti curare una Lear-o-pedia l’episodio ha fatto la stessa impressione che voleva rappresentare quel punto esclamativo del post :)

  8. simbax says:

    Che triste! Cmq mi piacerebbe capire che responsabilità avrebbe avuto Amanda nella casa andata in fumo e quindi sulla morte del marito!

  9. Disorder79 says:

    Beh, io spero proprio nessuna. Però ricordo che, a qualche settimana dal fatto, partì subito con nuovi progetti non ricordo se televisivi o discografici, tutta entusiasta come se non fosse successo niente. Brrr.

  10. senhal says:

    quando avevo saputo dell’incedio (era morto anche il labrador che avevano adottato dicendo che si trattava del figlio che non potevano avere) avevo pensato alla povera amanda, devastata dal dolore e dalla tragedia… e anch’io sono rimasta leggermente stupita… ;)
    ma felice di non avere una relazione con lei!!!

    OT: perché hai il banner dirittiora + bello e proporzionato del mio? :(
    se non è troppo disturbo mi invieresti il codice? :o)

  11. Kekule says:

    ma, insomma, non so.
    È vero che lei stessa ha giocato blabla, però non sapremo mai come sono andate le cose.
    Io ho immaginato questo: la pagano per la serata, lei arriva lì e si trova in un avanspettacolo di terza categoria, dove lei sta al centro a richiamare i fantasmi dell’italietta di pudica scorza (esterna, ovviamente) anni ’70, tipo trent’anni dopo. A me farebbe tristezza, forse anche a lei. Se poi davvero le avessero teso il tranellone…

  12. Mi cade un mito, anche se forse bisognava esserci per capire bene come sono andate le cose.
    Me la ricordo a Cocktail d’amore (gran programma, tra l’altro), ad appena un mese dal rogo della sua casa. Come se nulla fosse successo.

    federico
    accentosvedese.blogspot.com

  13. Disorder79 says:

    senhal: risposto per mail :)

    Kekule: che sarà difficile sapere con certezza come siano andate le cose (anche per chi fosse stato lì presente tra il pubblico, visto che l’incomprensione è avvenuta in un dialogo privato con gli organizzatori), è certo.
    Tuttavia il discorso dell’avanspettacolo di terza categoria non mi convince tantissimo: mi risulta che quella serata sia tra le 2/3 più famose e frequentate di MILANO (non un paesello) e non ci saranno state le coreografie di “Priscilla”, ma dubito fosse una cosa così pessima (e poi: vai ospite in un locale gay e poi ti meravigli se devi mischiarti alle drag-queen? allora non accettare l’invito, che già sei piena di soldi oltretutto).

    Federico: ecco, allora ricordavo bene! Successe poco prima di Cocktail d’Amore…

  14. Frantza says:

    Quanto sento certe esternazioni non so mai se ridere o piangere…….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: