Una pacata preghiera laica

Caro (si fa per dire) Giovanni Paolo II, 
a te che sei Santo-Quasi-Subito,
a te che, grazie al tuo carisma e alle tue trovate mediatiche, hai alimentato negli anni uno smisurato e quasi pagano culto personale attorno alla figura del pontefice e stroncato ogni voce minoritaria all’interno del mondo cattolico, allineandolo ai dettami delle gerarchie vaticane,
a te che ci hai poi gentilmente lasciato in eredità il tuo braccio destro tedesco, che per fortuna dubito ci delizierà della sua colorita presenza per altrettanti anni,
a te che hai miracolato un sacco di gente che ora sta facendo letteralmente a gara per essere il primo fenomeno paranormale da baraccone a firma GP2,

…ecco, a te lo chiedo anch’io un miracolo, con cui potrai davvero lasciare un bel ricordo:
FAI SPARIRE PER SEMPRE tutto questo letame nazi-pedofilo (*) dal territorio italiano, dai suoi mass-media e soprattutto dalle sue istituzioni.

(*) Sull’omofobia come nuovo antisemitismo, vedi qui.
Sulla preoccupazione dei cattolici della "base", di fronte a una Chiesa che vaneggia di pedofilia e poi la pedofilia al suo interno la foraggia e protegge, vedi qui.

Annunci

11 Responses to Una pacata preghiera laica

  1. Ti rispondo con le parole di Buenaventura Durruti: “L’unica chiesa che Illumina è una chiesa in fiamme”

    Un bacio

    kafkahigh

  2. la mia lista sarebbe un po’ più lunga però per iniziare ci può stare bene..
    Junkiepop

  3. Questo tema ci perseguiterà per mesi, visto che invece di predicare il vangelo hanno deciso di rompere i santissimi.
    Chiedo a te che forse sei più informato un po’ di nomi da mettere sulla mia pagina dei Dico. Non molleremo.

    Maurice

  4. wittyboy says:

    Facci sapere se ti risponde, eh?

  5. Disorder79 says:

    Kafka: illuminante ;)

    Junkiepop: ma questo è un semplice sfogo (“isterico”, direbbe Mastella) contro le ultime di Bagnasco & soci-Cei e ai relativi commenti dei politici (a tutti loro si riferisce l’appellativo poco signorile)…la lista nera sarebbe molto più lunga anche per me :)

    Maurice (ora ho ricollegato la vicenda dei tuoi vari blog): non bisogna mollare, no.
    Aggiungo anche qui il link della tua pagina sui politici anti-pacs che “vivono nel peccato (se mi imbatto in altri nomi passerò a segnalarne):
    http://www.bistrotchezmaurice.com/?page_id=89

    Witty: sicuramente. Se mi risponde magari avrò pure una crisi mistica (tra l’altro, se è in ascolto: lo stesso appello è rivolto anche a San/Padre Pio: in cambio sarei disposto a prendere il satellite e guardare tutto il giorno la diretta dalla cripta sulla sua tv)

  6. federicoAS says:

    Hanno perso ogni contatto con la vita reale e vivono in un altro mondo, nel Medioevo. E poi si lamentano che la gente non va più a messa… :D

  7. nosleeeper says:

    La mia posizione può forse non incontrare il parere della maggioranza di noi anticlericali, ma visti i precetti cattolici credo che sia giusto che un cattolico segua i dettami della chiesa, in quanto la religione (cosa delicata e personalissima) deve pervadere tutti campi della vita, soprattutto la religione cattolica che è una religione politica e d’azione.
    Non è, o almeno non dovrebbe essere una religione di potere però, e quindi il parlamento e il governo non dovrebbero brulicare di pseudo-cattolici che scendono a compromesso con tutto e poi salvano la faccia con un FamilyDay. E’ del resto aberrante, puritano e medievale che i dettami da seguire non riguardino mai la sfera personale del parlamentare in questione (Casini uno su tutti) ma solo ed esclusivamente le vite altrui.

    Non capisco poi che fine abbia fatto il loro libero arbitrio se hanno bisogno di leggi che proibiscano loro di abortire, divorziare o convivere mah!

    Credo di essere stanco delle retoriche spicciole, delle iperboli anticostituzionali. Ritornino in chiesa tutti i parlamentari cattolici… ma fuori dalle stanze dei bottoni!

  8. cthulhu76 says:

    Non è che quanto dichiarato da Bagnasco va letto al contrario? Cioè, nella Chiesa hanno già avuto esperienze di incesto(i Borgia) e di pedofilia(qui non occorre spiegare nulla).
    “Perché dire di no a varie forme di convivenza stabile giuridicamente, di diritto pubblico, riconosciute e quindi creare figure alternative alla famiglia?” si chiede Bagnasco. E sottintende: abbiamo già detto sì alla pedofilia, abbiamo già detto sì (in tempi remoti) all’incesto(i Borgia). Perchè dunque dire di no ai Dico?
    Roberto

  9. Disorder79 says:

    Vero, la fiducia dei predicatori in gonnella verso i cattolici è così poca che si pensa di proibire od ostacolare per legge comportamenti (rsu/aborto, divorzio, separazione, convivenza di fattom, ma anche sesso prematrimoniale) che ogni fedele potrebbe benissimo evitare nella sua libertà individuale.

    Roberto-cthulhu76: interessante interpretazione :)

  10. Biodoctor says:

    mi unisco all’accorata preghiera…ma purtroppo non credo nei miracoli.
    bye!

  11. senhal says:

    e fai sparire anche i suoi scritti immondi e i suoi seguaci sadici e stupidi.
    amen

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: