PD vs SD: feste a confronto

La scorsa settimana ho messo piede per la prima volta alla (ultima?) festa de l’Unità fiorentina – o Festa dell’Ulivo, o Festa del Pd, o Festa della Famiglia o come cavolo si chiama adesso.
Una kermesse (che brutta parola) lunga quasi un mese, quest’anno, ma dal calendario sempre più avvilente (soprattutto dal punto di vista concertistico: si è puntato sulle tre "giovani promesse" Vecchioni, Ranieri e Ron, con
ingresso alla festa a pagamento in occasione delle loro esibizioni).
L’interno della Fortezza da Basso presenta il solito baraccone commerciale, tra esposizioni di auto (Nuova 500 in bella mostra), stand delle discoteche più truzze e ristoranti vari (la new entry è la pista di pattinaggio).

La spiacevole novità di quest’anno è la scomparsa del Cafè Melkweg, da tempo l’unica riserva indiana in cui si poteva rifiatare, ascoltare qualcosa di decente e vedere qualche "faccia amica" (conosciuta o no). Lo spazio della Sinistra Giovanile (svuotata a Firenze della gran parte degli iscritti, trasmigrati in Sinistra Democratica o nel collegato "cantiere") ha cambiato nome e gestione, non organizza più concerti se non all’ora dell’aperitivo (essendo adiacente al palco centrale) e mi è parso essersi trasformato in un bar così anonimo che ho preferito andare a bere qualcosa al trashissimo CDD.
Almeno lì, tra il il toro meccanico e le inquietanti animatrici che ballavano infoiate e distribuivano Tequila Bum-Bum, c’era da ridere (prima di fuggire dopo un quarto d’ora).

I transfughi del Melkweg tuttavia non sono scomparsi nel nulla. Anche Sinistra Democratica ha organizzato in fretta e furia una sua festa. Più piccola, di breve durata (9 giorni, termina già questo sabato), ma ha dalla sua un vantaggio fondamentale: la collocazione.
Il parco di Mondeggi, a qualche chilometro da Grassina (sul sito le indicazioni per arrivare), offre infatti una freschezza che altrove è impossibile ritrovare, in questi giorni. E parlare di "freschezza" è un eufemismo: sono d’obbligo pantaloni lunghi e felpa. Sembra incredibile, a pochi minuti da Firenze sud.
Se aggiungiamo l’amicizia, la cortesia, la convenienza e l’ampio parcheggio (cit.), direi che la Festa di SD batte quella dei più attrezzati concorrenti. Niente di sconvolgente nemmeno qui dal punto di vista degli spettacoli, ma per una serata di refrigerio e relax con gli amici la consiglierei.

Per dare un’occhiata anche alle iniziative politiche:
– Il programma completo della festa de l’Unità pdf – 73 KB
– Il programma completo della festa di Aprile (SD) pdf – 3,5 MB (venerdì si parla di diritti e laicità con Cesare Salvi…)

Annunci

8 Responses to PD vs SD: feste a confronto

  1. onanrecords says:

    Ma la festa del PD a quale delle due assomiglierà di più?

  2. federicoAS says:

    Spero alle buone e vecchie feste dell’Unità da noi in Emilia! :D

  3. Disorder79 says:

    La festa del Pd a Firenze sarà uguale a quella attuale de l’Unità, che è ancora formalmente dei Ds ma in realtà già idealmente del Pd (sono quasi di più gli ospiti della Margherita! E poi, qui in Toscana le feste autonome della Margherita non è che siano mai abbondate eh).

    L’evoluzione nazional-popolare (ma nel senso più triste) la festa alla Fortezza l’ha già intrapresa da anni. Fino all’anno scorso il Melkweg era un’isola che sentivo più vicina alla mai sensibilità (dal pdv musicale, ambientale e non solo), tutto qua. Ora mi spiace che non ci sia più, e volevo dare visibilità (visto che oltretutto per motivi logistici ne ha poca) alla festa di SD che trovo più accogliente, per quanto molto piccola.

  4. utente anonimo says:

    Si. Decisamente consiglio anch’io la festa di Sinistra Democratica al Parco di Mondeggi.
    IllegallyBlonde

  5. Kekule says:

    Forza, che il 4 ci sono i Virginiana…

  6. Disorder79 says:

    Beh, sì qualche concertino alla FDU c’è…ma insomma, al solito niente di inedito eh (anche i Virginiana già visti di recente)

  7. Kekule says:

    A me fa un po’ impressione andarci, dopo l’esperienza mutagena degli anni precedenti (dalle salsicce alla lapdance, dal liscio allo strip maschile, dalla pesca fortunata al casinò). Senti, mica hanno tentato la rissa di gruppo e la violenza carnale sulle ragazze come l’anno scorso? Sarebbero gli unici eventi degni di nota…

  8. Disorder79 says:

    Non lo so, in genere i princìpi di rissa avvengono nei padiglioni-discoteca che evito accuratamente…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: