Pessimismo e fastidio

[Sassolini da togliersi dalle scarpe]

Ok, c’è gente in Italia che ancora crede nel Partito Democratico. Sono tantissimi, anche facendo l’inevitabile tara ai numeri sparati da vertici Pd e stampa allineata (numeri alterabili a piacimento, non trattandosi di elezioni vere e proprie).

Che dire? Scelta loro. Magari fanno anche "il bene del paese" (per citare una delle espressioni preferite di Fassino insieme all’aggettivo "coeso"), visto che le alternative in giro al momento lasciano a desiderare (certo, se queste alternative non si prova mai a costruirle e ci si affida sempre al "partito più grande" ritenendolo a prescindere quello con maggiori potenzialità…).

Personalmente ho ignorato (con molti altri) le primarie; proprio come, in tutte le sue componenti, l’attuale Partito Democratico ha sempre ignorato me.
DS e DL hanno eluso per anni le mie domande e sbarrato la strada al diritto alla sicurezza, alla speranza e alla felicità mio e di tanti altri come me (e mi fermo qui: Elfo Bruno è stato ben più esaustivo, e sottoscrivo integralmente quel che dice nel suo post). I nuovi compagni di strada (e i vecchi compagni di strada che hanno lasciato) fanno credere che il PD continuerà per molto tempo sulla stessa scia.

Non c’era neanche bisogno della controprova delle risibili risposte che i candidati alla guida del Pd hanno dato alle 5 semplici domande poste loro dall’aggregatore GayToday (sintesi di tutte quelle pervenute nelle settimane precedenti da blogger e internauti) su alcune questioni dell’agenda glbt come matrimoni gay, lotta all’omofobia, omogenitorialità, legge sul transessualismo (per non parlare delle non-risposte: i 2 principali concorrenti Bindi e Veltroni non ci hanno neanche ritenuto degni interlocutori).

Eppure, nonostante Arcigay nazionale abbia consumato nei mesi scorsi il suo formale distacco dai morituri Ds, le liste a sostegno dei candidati al Pd comprendevano diversi suoi esponenti o ex esponenti locali, insieme ad altri militanti glbt (qui l’appello che 30 di loro avevano diffuso in vista del voto; qui i 6-7 eletti, che si faranno sicuramente valere nell’assemblea costituente nazionale composta da circa 2400 delegati; qui la polemica Gay.tv vs Gay.it sulla questione).

Se ripenso a quante volte ho irriso Enrico Oliari e gli altri quattro gatti di GayLib (l’associazione gay di area An) o i suoi/loro esilaranti comunicati, adesso mi viene quasi da rivalutarli.
Che differenza c’è infatti tra Oliari e tutti questi gay e lesbiche che si apprestano ad andare a braccetto con la Binetti e Rutelli?
O tra i gay elettori di An (tempo fa mentre parlavo in un locale con uno che rivendicò con orgoglio il suo voto alla destra non so cosa mi trattenne dal rovesciargli una birra addosso) e quelli che oggi sostengono Veltroni, oppure "la Bindi, che ormai è più di sinistra lei"?

Ecco, parliamone poi del caso Bindi.
Io col ministro Bindi ho anche solidarizzato a volte in passato, quando è stata attaccata unicamente per il suo aspetto o la sua presunta scarsa femminilità, e in certi (rari) casi ho anche dovuto ammettere una certa sua indipendenza e dignità politica.
Da qui a far passare, ridendo e scherzando, il messaggio che in fondo  la Bindi – quella degli umilianti e prontamente abbandonati Di.co, quella delle battute omofobe, quella della porta in faccia alle Famiglie Arcobaleno – è una brava guagliona, meno ambigua di Veltroni e in fondo più a sinistra di lui, ce ne vuole.

sinead bindiInsomma, sentire in giro e soprattutto leggere in  rete certe cose (e tra i tanti cito solo qualche esempio, proveniente da gente che di solito leggo volentieri) mi ha provocato non poco disgusto. Anche se erano provocazioni, anche se la Bindi veniva solo utilizzato come strumento per tirare frecciate a Veltroni (uno che non ho intenzione di difendere, peraltro).
Quanto all’argomento "voto Bindi per spirito di democrazia perché Veltroni non deve restare senza avversari", si commenta da solo: siccome Fioroni Binetti Rutelli e compagnia si sono schierati con Veltroni, sarebbe lecito votare una che fa parte (alla fin fine) del loro stesso fronte…mah.

Sarà colpa mia: d’altra parte per possedere quel certo umorismo da blogger, come per andare a cuor leggero a legittimare con il mio voto un partito di burocrati retrogradi e omofobi (suona male, vero? Beh, sono tante le frasi che suonano male e che si è costretti a sentire), mi mancano forse i pieni diritti civili che questo stato a me non concede.

[Nella foto accanto (thx to River): anche Sinéad O’Connor ha ceduto al fascino di Rosy Bindi. Attento, o lettore: il prossimo a bindizzarsi potresti essere tu…]

Annunci

9 Responses to Pessimismo e fastidio

  1. nothing compares to rosy
    scherzo

  2. Disorder79 says:

    Scherza pure, del resto l’immaginetta scioccante di Rosy O’Connor (che non c’entra una mazza col tono lamentoso del post) l’ho messa appunto per sdrammatizzare :)

  3. Meno male che non ho vinto le primarie. Perché stamattina sono stanchissimo e non avrei nessuna voglia di cambiare l’Italia. Chiariamo subito una cosa: io non sono andato a votare per Veltroni. Il Partito Democratico non mi rappresenta visto le componenti che l’hanno generato. I candidati non hanno detto niente che mi abbi positivamente influenzato. Solo Furio Colombo, che prima si era candidato ma poi si è ritirato, mi avrebbe dato qualche motivo per seguire la competizione elettorale. Ma visto che ho deciso che io non li voterò, non vedo perché andare da impicciarmi a casa degli altri. Mica vado a dire a mia cognata con che detergente pulire l’alone fastidioso e giallastro che ha nel suo piano cottura; mi limito a guardarlo con un sopraciglio alzato, ma non sarebbe giusto mettere becco.

  4. Postmoderno says:

    Sul Pd la penso sostanzialmente come te. Ma lasciate che esprima il mio sgomento e la mia costernazione per l’orrenda mutazione della O’Connor..diomio. (tra l’altro, la Rosy è meno sciatta, mi pare)

  5. utente anonimo says:

    Bellissima l’intervista barbarica della Rosy dalla Bignardi, non sai che ti sei perso (notevoli le metafore calcistiche che ha utilizzato per rispondere ad alcune domande). Tra l’altro era pure ben phonata e intailleurata. Insomma almeno sul look si è data un’aggiustata, per il resto……….no comment. Personalmente, per la prima volta, da quando ho il diritto di voto, non sono andato a votare.
    IllegallyBlonde

  6. AnelliDiFumo says:

    Beh, sei eletti su 2841, saranno certamente in grado di far passare una piattaforma GLBTQ come mai s’era visto in Italia…

  7. AnelliDiFumo says:

    La componente GLBT nel PD è pari allo 0,2% del totale dell’assemblea costituente. Secondo me il loro peso politico saprà essere inferiore.

  8. Disorder79 says:

    cornflakesboy: ma certo, la mia esternazione contro la Bindi è contro un certo modo di presentarla/parlarne. Quanto al Pd, anche io osservo da fuori (il progetto non mi convince, difficilmente avrei partecipato anche se fosse stato presente un candidato credibile)

    Postmoderno: dici che la Rosy farà il percorso contrario, arrivando a bruciare le foto del Papa? Non ce la vedo molto… ma magari Prince può provare a prestarle un pezzo :D

    I.B.: ma quelle NON SONO elezioni! Se uno non è convinto dal progetto del partito non vedo perché dovrebbe andare.
    (quanto alle prossime elezioni, al momento mi sento pronto a unire il mio certificato elettorale a un falò di protesta di massa, se verrà organizzato e adeguatamente pubblicizzato)

    AdF: è vero, sono più dei 2400 inizialmente previsti, come ho appreso sul tuo blog tra l’altro (ma mi fa anche fatica aggiornare il post, la rilevanza della suddetta assemblea non lo merita). Concordo sulla tua previsione: ma sono convinto che i carteggi pubblici Veltroni-Benedino continueranno con reciproco (e limitato a loro 2) entusiasmo…

  9. utente anonimo says:

    lo so che non erano elezioni (non sono poi così bionda come pensi :D), era solo per dire che sarei andato piuttosto a votare ad un referendum sull’abolizione della fettina panata.
    IllegallyBlonde

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: