«Jesus died for somebody’s sins but not mine»

[Il fascino della fede colpisce ancora]

Normalmente, in un periodo di stanchezza, stress di varia origine e umore non proprio ottimale come quello che sto attraversando ultimamente, l’improvvisa notizia che Patti Smith suonerà dalle mie parti, gratis!, fra pochissimi giorni!, dovrebbe farmi sobbalzare di gioia (specie dopo che me l’ero persa la scorsa estate).

Poi però leggo meglio le note stampa diffuse sui vari siti internet che riportano del tour imminente:

Per la prima volta, dopo anni passati ad indagare, con fervente curiosità, le mille vie della spiritualità cattolica, Patti Smith porterà il misticismo della sua musica e della sua poesia nelle chiese della sua amatissima Italia.
A Wing in Heaven Blue
[il nome dello spettacolo, NdD] contempla un programma molto vario e in parte inedito, che unisce cavalli di battaglia del repertorio della Smith con canzoni scelte dalla grande tradizione americana, con importanti incursioni nel mondo poetico dell’artista newyorkese, fra cui le poesie Wave for Pope Jean Paul  I e Three  Windows for Jean Paul II.

Allora.
Ok il tour acustico, con tanto di accompagnamento del violoncellista italiano Giovanni Sollima (anzi, l’idea è stuzzicante).
Ok i traditionals americani (del resto per la Smith è periodo di cover, non da oggi).
Ok i reading. Ok il misticismo. Ok pure il cattolicesimo e le poesie dedicate ai papi, va rispettato il suo percorso spirituale (peraltro in atto da tempo).

Ma…un tour nelle chiese? E soprattutto: se ne sentiva tutto questo bisogno di ascoltarla dal vivo, ‘sta poesia sul Polacco?

Per aggiungere mistero a mistero, le 4 date del tour sono distribuite in modo alquanto bizzarro sul territorio italiano. La partenza è il 16 presso il Duomo di Portoferraio, "nella splendida cornice dell’Isola D’Elba" (giuro, così recita il comunicato!), che suppongo vista l’alta stagione sarà affollatissimo.
Poi la data di Prato nella chiesa di San Francesco il 17, seguita da una doppietta lombarda (Brescia il 18, Milano il 19).

Non sono sicuro di potercela fare. Sarà l’anticlericale impenitente che è in me ad infastidirsi, ma la preferivo quando comunicava la sua spiritualità attraverso la musica, senza bisogno di chiudersi in chiesa.
Il prossimo passo quale sarà, il concerto pro-Aids di Natale in Vaticano? (se c’è già stata in passato non ditemelo, non reggerei).

(progetti malsani per ravvivare l’atmosfera del concerto che sto cercando di scacciare dalla mia mente: 

– arrivare in chiesa con un enorme poster zozzo di Mapplethorpe per chiedere alla sua vecchia amica (vedi foto, tratta da qui) di apporre un autografo su un pene eretto;
fingersi ciellini e inscenare una contestazione per la presenza in un luogo sacro di un personaggio dal passato così degenerato, allo scopo di far incazzare/rinsavire la Patti, farle bruciare i libri di poesie cattocomuniste e poter indi pogare su People Have The Power e Rock N Roll Nigger;
– fingersi fedeli turbati dalla stessa demoniaca presenza e agire presso la locale Curia perché neghi i locali e faccia annullare in extremis le date – dopodiché, okkupare la prima sala cinematografica o teatrale nelle vicinanze e far partire a furor di popolo un guerrilla gig improvvisato;
– arrivare, seguire composti l’intero spettacolo e infine manifestare il proprio gradimento facendo risuonare nella navata un sonoro bestemmione durante l’ultimo bis).

– – –

[Update: già esauriti i "biglietti" per la data pratese. Per i toscani interessati resta solo la possibilità dell’amena gitarella dicembrina all’Elba…]

Annunci

5 Responses to «Jesus died for somebody’s sins but not mine»

  1. Ciao, poco fa stavo spulciando l’elenco dei concerti della settimana e ho fatto le tue stesse riflessioni.

    Incredibile, ma che gli è preso a sta gente?

    Sono pronto a unirmi nella lotta per i tuoi malsani progetti, vogliamo mica darla vinta a Ferrara?

    Lollodj

  2. utente anonimo says:

    In realta Patti Smith si è “convertita”, se così si può dire, all’inizio degli anni 80.
    Se leggi Please Kill Me, quello che le è successo e il perché è raccantato più che bene. E non è la prima volta che suona in luoghi sacri.
    Ma questo non la porta affatto ad essere reazionaria o cose del genere.
    Non è ferretti.
    hai preso un po’ un abbaglio
    :D

    http://www.indiessolvenza.blogspot.com

  3. Disorder79 says:

    Occhio eh: il post è scherzoso, e del resto già lì dico che non ho problemi col fatto dei concerti in chiesa (quelli classici o gospel vengono spesso tenuti principalmente in chiese!) – anche se non vado matto per l’idea.

    Semplicemente mi inquietava la cosa della poesia su “GP2″…ma nonostante questo non davo certo di reazionaria o ferrettiana alla Patti! :)
    Il suo percorso spirituale è iniziato molto prima di quando iniziasse a essere di moda “scoprire il fascino della fede”, per tornare alla citazione dalemian-fassinian-bertinottiana. E nel momento in cui la sua fede venisse strumentalizzata a fini discriminatori/teocon sono convinto che manifesterebbe subito il suo disaccordo…

  4. Peccato che te la sei persa quest’estate, io l’ho vista a Villafranca di vr ed è stata magnifica. L’avevo vista anche a Bo nel ’79 e quasi mandava in malora il concerto con l’ode a Papa Luciani….

    Reboman

  5. Disorder79 says:

    Peccato, sì. Mi avevano bidonato praticamente tutti, e non ero in un periodo abbastanza spensierato per andarci da solo..

    Tornando sull’argomento cattolicesimo: ho letto un’intervista dei giorni precedenti a questo tour in cui P.S. afferma di “non essere cattolica”.
    Giusto una precisazione, eh. (peraltro queste dichiarazioni mi lasciano piuttosto indifferente, ognuno dal punto di vista filosofico-religioso fa le sue scelte, sul versante personale)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: