Ed è come un bambino che ha bisogno di cure [*]

Sembra ieri che è nato, e invece si sta già facendo un ometto, signoramia.
Insomma, si è già capito: non ho niente di particolarmente originale da scrivere in occasione del secondo compleanno di questo blog (e del secondo compleanno virtuale del tenutario, che come già detto in passato lo festeggia insieme al blog). Ma lasciar cadere la ricorrenza mi dispiaceva.

Un anno fa di questi tempi scrivevo che mi sarei impegnato a sviluppare una maggiore capacità di sintesi. Diciamo che il progetto è per ora andato discretamente a "donnine", soprattutto da quando gran parte dei post brevi ha lasciato il posto alle segnalazioni sullo pseudo-tumblr (a proposito, già che ci sono ricordo che esistono i feed anche per quelle).
Al contrario, i post si sono fatti più rari e ancor più lunghi, esattamente il contrario di quanto raccomandato dal Manuale Del Perfetto Blogger Rampante.

Chissenefrega: non ho pretese di notorietà e mi piace fare di questo spazio l’uso che ne ho fatto finora, libero da costrizioni e progetti precisi.
Sembra incredibile, ma dopo due anni non ho ancora intenzione di chiudere né di prendermi lunghe pause, nonostante lo strumento sia passato di moda da tempo immemore e nonostante la fase di stanca che questo blog attraversa ultimamente dal punto di vista del numero di post (in realtà ho varie robe del genere dischi-film-telefilm di cui vorrei scrivere da tempo, ma è mancata la concentrazione/il tempo per farlo) e anche da punto di vista del tono (non piace a me per primo la piega lamentosa-seriosa-acida che ha preso da qualche tempo, ma del resto ad affrontare certi argomenti con lucidità e leggerezza non ci riesco – e ad evitarli del tutto nemmeno, visto che ritengo non se ne parli abbastanza).

Beh, resta solo da ringraziare come sempre tutti i lettori (che mi sembrano sempre troppi, pensando a che fatica dev’essere leggere molti miei post), i commentatori e gli altri blogger che leggo, che tutti insieme rendono il giochino ancora divertente (e utile, e stimolante).

Insomma, come al solito tanti auguri a me (ne approfitto per fare anche gli auguri di Natale a tutti, visto che non sento particolarmente la ricorrenza e non so se avrò modo di farli in altra occasione).

[*] Il livello di trash della citazione lo può afferrare pienamente soltanto una persona, che peraltro non so se leggerà. Anche questa è una tipica cosa da blog.

Annunci

16 Responses to Ed è come un bambino che ha bisogno di cure [*]

  1. manuconta says:

    uomo di poca fede, non sottovalutare il livello di trashitudine dei tuoi lettori…un amooooooreeeeee…:-))

    dont’ give up! continua così!
    Manu

  2. larvotto says:

    Mio caro, i tuoi post sono sempre perfetti.
    Il manuale del bravo blogger lo lasciamo ad altri :D

    Auguri eh :D

  3. utente anonimo says:

    Auguri e figli ghei!!
    IllegallyBlonde

  4. Da parte mia sincera auguri, leggo sempre il tuo blog e più il post è lungo più è spesso carico di senso…

    un saluto
    maelstrom

  5. Cento di questi giorni!
    Stefano

  6. utente anonimo says:

    auguri scemo!
    borghese annoiato

    ps anche se non ti commento ti leggo ancora e riferisco a chi di dovere sai attento :)

  7. auguri coso (uscito fresco dal girone infernale degli scritti o no, che non ricordo?), ti leggo sempre con piacere, e se sei prolisso, con un piacere un po’ più lungo. e checché se ne dica, le dimensioni contano…
    stee

  8. Disorder79 says:

    Grazie a tutti di cuore (anche a chi in altra sede infama i miei post eheh).

    Ovviamente essendo arrivato il post dell’anno scorso a 22 commenti, non scriverò altro finché non lo superiamo.
    (scherzo)

    (stee: no, niente roba del genere in vista, per ora)

    (b.a.: non ho capito a chi ti riferisci..se sono quelli che penso, mica gli devo nascondere nulla ;) )

  9. AnelliDiFumo says:

    So di venire incontro ai tuoi gusti chiedendoti: ci fai una classifica dei 5 tuoi migliori post di tutti i tempi?

    In modo che, se sono tra quelli kilometrici, io me li possa leggere almeno una volta.

    Hahahahhahahahahh!

  10. federicoAS says:

    I tuoi post li leggo tutti per intero anche se chilometrici. Li apprezzo proprio per quello. ;)

  11. Ari says:

    aduuuuuriiiiii!

  12. Disorder79 says:

    Grazie anche a voi, cari :)

    (Adf: per quanto ami le classifiche, in questo caso non saprei proprio. Qualche post a cui sono affettivamente legato c’è, ma non ho voglia di riproporli, per una sorta di pudore. Quanto al giudizio su quali sono migliori/più riusciti, penso dipenda anche dagli interessi di ognuno, e poi non penso di essere un buon giudice di me stesso…)

  13. senhal says:

    però la citazione di anna oxa è comprensibile non solo da quella persona…

  14. Disorder79 says:

    benty: grazie :)
    senhal: sì, ma solo con quella persona condividevo il fastidio per la canzone e allo stesso tempo le risate ogni volta che la sentivamo passare per radio :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: