Il referendum sulla tramvia: che non capivamo perché…

 ...se vinceva il no la tranvia c’era, e se vinceva il sì non c’era

Fuor di citazione, essendo quello che si terrà a Firenze questa domenica 17 febbraio un referendum abrogativo-consultivo, le linee 2 e 3 della tranmvia si faranno qualunque sia il suo esito.

Certo, dovesse vincere il SI in percentuali alte l’amministrazione potrebbe trovasi politicamente in difficoltà ed esser costretta a modificare o ridimensionare il progetto (con conseguenti spese a carico della cittadinanza).

Anche questo blog – per quel che conta, come sempre – si schiera nettamente a favore del NO – ovvero per l’approvazione dei progetti della linea 2 (Peretola-Santa Maria Novella) e della linea 3 (Careggi-P.zza Libertà).

Non che a mio parere ci sia un gran bisogno di schierarsi: credo che la maggior parte dei fiorentini abbia già avuto modo di riflettere su quanto ridicole e strumentali siano le motivazioni dei sostenitori del SI, in una città a cui la "cura del ferro" non può fare che bene e in cui peraltro i lavori per la linea 1 (Scandicci-Santa Maria Novella) procedono spediti e non sono lontani dalla fine.

Ma magari come motivazione non basta questa.
Magari non basta neanche l’assurdità di certe lotte pseudo-ambientaliste che hanno caratterizzato gli ultimi anni (con corredo di fiaccolate e di scene al limite del patetico per opporsi al taglio di alcuni alberi in Viale Morgagni, alberi che evidentemente secondo i loro "difensori" avrebbero invece continuato a vegetare felici nello smog di una città che favorisce il traffico privato).
Magari non basta neanche il fatto che l’armata Brancaleone del centrodestra fiorentino si sia unita ai promotori del referendum (capitanate dal "quasi-Udc" Mario Razzanelli) solo quando se ne è prospettato lo svolgimento e solo al fine di attaccare la giunta Domenici.
Magari non basta neanche il fatto che i tanto decantati danni estetici e da vibrazione al Duomo si siano rivelati, anche alla prova degli studi, una bufala (perché i tram viaggeranno a batteria, senza pali e fili, e a velocità ridotta; senza contare la diminuzione dell’inquinamento rispetto alla situazione attuale, con il passaggio di bus e auto).

Ecco, chi non trovava ancora ragioni sufficienti per votare NO non aveva che da ascoltare gli spot elettorali contrapposti che si sono susseguiti frenetici in questi giorni sulle radio locali.
Lo spot a favore del SI vede infatti protagonista l’eloquio di Vittorio Sgarbi. Una roba così irritante che personalmente mi potrebbe convincere a votargli contro qualunque fosse la posizione da lui sostenuta (anche se si trattasse, che ne so, di una moratoria sul raggae o della messa fuori legge di Porta A Porta).

[Con ciò non si vuole qui santificare il centrosinistra di governo cittadino (che di critiche ne merita eccome, su vari fronti), né tanto meno sostenere che i progetti sulla tramvia siano immuni da critiche nel dettaglio.
Tuttavia un referendum mi sembra uno strumento inadatto ad esprimerle. Peraltro, chi è radicalmente contrario alla linea politico-amministrativa di Domenici & co., che comprende il progetto complessivo della tramvia già da anni, aveva e avrà di nuovo la possibilità di dirsi contrario in un modo ancora più semplice: non votandola alle elezioni comunali.]

Annunci

5 Responses to Il referendum sulla tramvia: che non capivamo perché…

  1. utente anonimo says:

    Se ero fiorentino votavo assolutamente per il SI, per quanto mi riguarda, con buona pace del rimorso per i fondi “buttati” :p

  2. PF1 says:

    quando ho letto della “moratoria sul raggae o della messa fuori legge di Porta A Porta” mi sono sganasciato…non solo la pensiamo uguale sul referendum ma anche su raggae e Porta a Porta…

    All’anonimo sopra…ma hai letto tutto?

  3. utente anonimo says:

    Certo che ho letto tutto, e proprio per questo dicevo che non sono assolutamente d’accordo e che se avessi potuto votare avrei descisamente scritto “SI” senza la minima esitazione. Quel treno è osceno, è antiestetico, è enorme, rovinerebbe ulteriormente piazza del duomo, lo ritengo completamente inutile in quella forma e comporterebbe oltre 10 anni di ulteriori lavori in una Firenze che già da troppo tempo è straziata dai sensi di marcia e divieti d’accesso ballerini da un giorno all’altro. Senza parlare dell’assoluta incompetenza di un’amministrazione che si è messa in testa di fare un lavoro così enorme senza nemmeno consultare la cittadinanza, sprecando fondi pubblici e creando disagi a tutti.
    C’erano tantissime altre vie perseguibili con costi analoghi o inferiori che avrebbero offerto gli stessi e più vantaggi con un impatto ambientale e globale decisamente inferiore sulla cittadinanza e sulla città in sè. La strumentalizzazione politica che poi TUTTE le parti hanno fatto, chi per il si e chi per il no, per quanto mi riguarda è solo fuffa. Io so solo che altri 10 anni di lavori per veder quell’inutile obbrobrio di trenino non ce li vorrei, che spendano meglio i fondi pubblici.

    Akuma

  4. la prima notizia che sono andata a controllare stamattina.
    quorum o non quorum, il “trenino” si farà. sospiro di sollievo per noi poveracci che per muoverci prendiamo i mezzi pubblici e non – come la maggior parte dei contrari – motorini o macchinine smart!

    yoyoyoyoyoo

  5. Disorder79 says:

    Mah, secondo me le città si evolvono e decenni di lavori per trasformarle sono cose che si vedono ovunque.
    E per risolvere parte dei problemi di traffico della città non vedo altre vie tanto meno costose (peraltro le linee 2 e 3 sono in project financing) o meno invasive (la metro? stronzate. i bussini elettrici in centro? inadeguati). Detto ciò, è sempre necessario vigilare sui difetti di progettazione, di realizzazione o di gestione dei lavori, che non sono mancati e non mancheranno. Ed è sicuramente necessario investire anche in altri mezzi (treni metropolitani e bus), per coprire *tutta* la città – con il necessario corredo di parcheggi scambiatori economici e funzionali ai bordi delle periferie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: