Non sopporto i cori ucraini

Eugene Hütz, quando qualche anno fa aveva recitato in Ogni cosa è illuminata nei panni di uno strampalato e improbabile rapper post-sovietico, mi era parso anche un personaggio simpatico (vabbè, non troppo eh). Da allora è trascorso un po’ di tempo, durante il quale il cantante/attore ucraino di origine e newyorkese d’adozione ha frequentato sempre più assiduamente le riviste che contano e ha tra le altre cose duettato con Madonna al Live Earth (distruggendo La Isla Bonita); recentemente il nostro ha ulteriormente cementato il sodalizio con la trendsetterun-tempo-anche-popstar americana interpretando da protagonista un film da lei diretto (!).

Anche sul versante più strettamente musicale i suoi Gogol Bordello stanno mietendo successi ovunque. Dopo l’atteso e poi mancato concerto dell’estate scorsa, la band ha suonato una decina di giorni fa (sabato 12 aprile) al Saschall di Firenze. Grande successo e tutto esaurito, pare: buon per loro.

Grande successo anche per l’afterparty etnico-folkeggiante alla Flog, dove a fine serata lo stesso Hütz pare aver improvvisato un piccolo show fuori programma voce chitarra e tanto alcol intorno, con la partecipazione addirittura di un redivivo Tonino Carotone (qui una piccola clip; qui chi non si accontenta potrà trovare filmati per ben 40 minuti di girato!).

Ora, chi conosce i miei gusti sa già che per le mie orecchie la musica dei Gogol Bordello (al pari di quasi tutta la musica folkabbestietnica) è robaccia inaffrontabile per più di 2 minuti a fila (ho provato ad ascoltarla con un po’ più di attenzione prima di pubblicare questo post, senza cambiare idea), ma tutto ciò non è un problema: de gustibus non disputandum est.
Ascoltarli, in effetti, è il meno, e non ce l’ho con i Gogol Bordello: quel che non ho proprio sopportato nei giorni scorsi è stata tutta la mefitica ventata di "style rock" che ha infestato comunicati stampa, giornali e radio locali che pompavano "l’evento".

Nei giorni a cavallo del concerto si sono infatti sprecate interviste, specialoni, pubblicità, presentazioni e articoli di giornale che ci raccontavano di quanto i GB sono bravi, di quanto sono folk/gypsy/scanzonati, di quanto contaminano, di quanto lui è guascone e avanti e amico-della-Ciccone e stiloso (nel senso di style), con il suo strambo look e i suoi baffoni, e così via.

Un incubo. Meno male che ora è passato.

Stavo quasi per arrendermi, andarli a vedere per poi cedere al lato oscuro del raggae e della pizzica, iniziarmi al folk balcanico e terzomondista, acquistare un abbonamento a vita per le Vibranite della Flog e abbracciare infine pienamente l’estetica e la filosofia di vita del neotarantismo.

Annunci

6 Responses to Non sopporto i cori ucraini

  1. Kekule says:

    Nel loro mysp definiscono la loro musica soto le categorie: Death Metal / Melodico popolare / Musica classica giapponese.

    No, ma parliamone…

  2. Disorder79 says:

    Vabbè, le definizioni nonsense e spiazzanti su Myspace sono all’ordine del giorno, dai, ne ho viste tante del genere :)

  3. utente anonimo says:

    Ecco …il classico genere che ritengo impossibile da ascoltare..
    Su un’isola deserta tra loro e Gigi d’Alessio , opterei per il napoletano….ed io che ho sempre dichiarato che avrei portato con me Disintegration……
    e vabbè ! Ciao, bellissimo blog!

  4. insopportabili. e i fiorentini coglioni lì davanti sono peggio di lui, intendiamoci. che vergogna.

  5. Ti scrivo per chiederti cosa ne pensi di uno “scambio link” fra i nostri due blog? Io avrei già anticipato tutto mettendo un link al tuo sito: controlla su http://riflettendosulloggi.blogspot.com

  6. Disorder79 says:

    #3: grazie!
    #5: grazie, ma non faccio “scambio link”, son della vecchia scuola…
    #4: orsù, non facciamo di tutta l’erba un bongo! :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: