«Sul sito in questione è ben chiaro come il suicidio venga considerato un rito iniziatico»

Qualcuno forse ricorderà la querelle Berlusconi-Bocchino di qualche settimana fa.
Ehi, attenzione alla maiuscola, maligni che non siete altro! Sto parlando infatti della polemica fra il premier e il presidente dei senatori del Pdl, Italo Bocchino. Quest’ultimo era sceso in campo a difesa dei colleghi di Montecitorio, a seguito di una frase giudicata irrispettosa ("I senatori della Pdl sono superiori, questa è una verità indiscussa e indiscutibile": la battuta di Berlusconi era scaturita dalla sua irritazione per le assenze dei deputati Pdl, che hanno causato la caduta del governo su vari emendamenti negli ultimi mesi, nonostante l’ampia maggioranza).

Bene, ho trovato (via Giulia) la prova che Bocchino aveva ragione: la Camera dei Deputati non è un votificio! I deputati non sono affatto degli yes-men pure un po’ sfaticati: al contrario, essi portano avanti tra mille difficoltà un duro lavoro quotidiano di ricerche, denunce, approfondimenti e dibattiti nell’interesse della collettività.

Prendiamo l’onorevole Antonio De Poli, eletto nell’UDC. Una specie di erede di Pierfierdy Casini, a guardare le sue immagini ufficiali: sguardo ammiccante, aria giovanile abbinata a un rassicurante capello brizzolato. Ma soprattutto, quello che pare contraddistinguere il neodeputato è la passione per le battaglie civili e a difesa dei minori. Caratteristica questa che è un po’ un marchio di fabbrica, tra gli esponenti del prossimo partito in odor di nozze con il Pd di Rutelli e Veltroni. Ecco quindi che dai creatori di Carlo Giovanardi, dai produttori di Luca Volontè, dagli sceneggiatori di Rocco Buttiglione, dai colleghi di Cos…ehm no, su questo meglio sorvolare, è arrivato un nuovo eroe a difendere le italiche famiglie dalle minacce ad essa portate dal ventunesimo secolo. Lo scorso 7 maggio De Poli prima diffondeva questo comunicato (grassetti miei) sul proprio sito ufficiale:

DE POLI: "MODA ASSURDA QUELLA DELL’AUTOLESIONISMO. SUBITO UNA DENUNCIA".

"Farò immediatamente un’interrogazione in Parlamento rivolta al Presidente del Consiglio e al Garante dell’Informazione. Bisogna agire in fretta perché si chiuda il sito internet nonciclopedia.wikia.com/wiki/Emo su cui sono state messe queste immagini. Ma come si fa a inneggiare alla morte con frasi e gesti che richiamano al suicidio spingendo gli adolescenti verso una via drammatica? Questo è l’ennesimo segnale forte di una mancanza di valori e di una lontananza dei genitori dai loro figli". Commenta così l’on. Antonio De Poli, presidente dell’Udc Veneto, l’allarme lanciato dall’associazione padovana Pronto Bambino che questa mattina presenterà una denuncia in Procura contro il sito internet che ha diffuso le immagini della moda nichilista Emo degli adolescenti, che si ispirano ai modelli punk-rock dei Finley e Avril Lavigne. "Un modo di vivere che va contro ogni principio etico – continua l’’on. De Poli -. I ragazzi di quell’età sono molto impressionabili, e questo fenomeno li spinge a desiderare l’autodistruzione e contemplarla come unica soluzione per la loro vita. L’allarme lanciato da pronto Bambino è però anche un altro, e parla di un disagio che i ragazzi vivono. Se hanno queste inclinazioni è perché si sentono soli e non ascoltati, per questo bisogna di nuovo investire anche nell’educazione dei genitori e renderli consapevoli che un figlio va seguito in ogni fase della vita".

Alle parole seguivano subito anche i fatti, ché non si dica che i nostri rappresentanti stanno lì a scaldare le poltrone. Lo stesso giorno veniva infatti presentata un’interrogazione a risposta scritta di cui vi invito a leggere il testo integrale visibile sul sito della Camera.

No, non sto scherzando. Non solo si presenta un’interrogazione parlamentare su "gli emo" (cosa già esilarante di per sé), ma sia nel comunicato stampa di cui sopra che nell’interrogazione stessa viene riportato per esteso l’URL di questa pagina di Nonciclopedia – che secondo gli accusatori dovrebbe aver lo scopo di diffondere e rappresentare la suddetta cultura.

Quelli di Nonciclopedia hanno commentato così la vicenda, e ovviamente non hanno perso tempo a dedicare una apposita voce al malcapitato uddiccìno (ci si arriva di link in link: non la linko direttamente, perché sarei probabilmente passibile di denuncia: se si può ritenere che questa pagina così dichiaratamente satirica e nonsense possa indurre qualcuno al suicidio o semplicemente propagandare una qualsiasi estetica, evidentemente la paranoia non ha più confini).

Per chiudere, non ho capito quella del suicidio come rito iniziatico. Per citare le fonti (ovvero la pagina web sotto accusa, che oltre alle figure contiene anche un sacco di testo – lo dico per gli staff di parlamentari Udc che dovessero arrivare qui nelle loro solerti ricerche su internet), “un emo non è tale finché non si suicida, ergo tutti gli emo sono poser”.

Annunci

7 Responses to «Sul sito in questione è ben chiaro come il suicidio venga considerato un rito iniziatico»

  1. utente anonimo says:

    De Poli ha fatto tutto questo per poter avere una voce sua su Nonciclopedia… Ovvio! Non si è nessuno altrimenti!
    Cthulhu76

  2. stefanoSCF says:

    Ah, che perla! l’ho commentata giusto ieri sul blog.
    il suicidio iniziatico farà scervellare per anni gli antropologi…

  3. Postmoderno says:

    Ahahahahah! è tutto bellissimo. Sublime.
    (tra l’altro, è da mò che sostengo che la Lavigne e i Finley siano letiferi…finalmente qualcuno che mi dà ragione)

  4. utente anonimo says:

    Domani espatrio!!
    IllegallyBlonde

  5. utente anonimo says:

    Dov’è la fila per il cambio di Nazionalità? Qualcuno me la indica per piacere?

    Akuma

  6. Disorder79 says:

    _Cthulhu76: mah, non so. Secondo me per quella pagina gli farà presto causa, visto il senso della realtà (chiedere addirittura autoironia sarebbe troppo) del personaggio.

    _stefanoSCF: esatto, quella è la chicca. Ma l’interrogazione parlamentare è veramente notevole, tutta.

    _Postmoderno: io attendo a breve qualche decreto contro la Tatangelo, a questo punto. Se non puoi sconfiggere la loro musica, VIETALA! :D

    _A&IB: si sa, voi tremate perché siete emo (per fortuna non ancora “iniziati”, pero!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: