See you in another life

broda!

Da qualche mese non faccio che imbattermi in scritte come quella nella foto qui sopra. Sono diffuse anche nel resto d’Italia?

Mi chiedo di cosa si tratti – internet non mi ha aiutato finora, e intanto ho considerato queste possibili soluzioni:

– slang poraccio da rapper americanofili;

– marketing virale (per cosa? e se così fosse, complimenti a chi insozza i muri a beneficio di un qualche “brand”);

citazione degli Skiantos, come suggerito da alcuni amici che li conoscono meglio di me (nonché da Lollodj nei commenti)

– semplice delirio collettivo dovuto ad alterazioni psicofisiche.

In realtà ce ne sarebbe una quinta, ed è la prima cosa che viene in mente a me (a proposito di alterazioni mentali) ogni volta che leggo la parola BRODA. Cioè che queste scritte testimonino in qualche modo il suo passaggio.

21 gennaio: destiny calls, brotha.

Annunci

14 Responses to See you in another life

  1. lollodj says:

    “Le massaie fan la coda per comprare la mia broda”, potrebbe essere una citazione degli Skiantos

  2. Dis0rder says:

    Ecco grazie, qualche amico mi aveva parlato di questa citazione, ma me ne ero scordato. Ora la aggiungo alle ipotesi – però non mi convince più della mia, ne ho trovate troppe di scritte così, forse è una specie di codice :)

  3. larvotto says:

    A me sono venuti in mente gli Skiantos, come già giustamente commentato :)

  4. utente anonimo says:

    la broda in romagna è la benzina. forse qualcuno che si interroga sul futuro del petrolio?

  5. utente anonimo says:

    la tesi degli Skiantos è affascinante: cerco quindi volontari per implementare la scritta “Broda” con la scritta “mi piaccion le sbarbine”, per rendere il tutto meno misterioso.
    m

  6. Dis0rder says:

    Interessante come la stessa parola assuma significati così diversi passando dall’Emilia alla Romagna (non so se voglio sapere cos’è la broda degli Skiantos, ma temo non sia la benzina: oppure sì?)

    E a proposito di “implementare”, visto che si parla di comicità legata al territorio mi faccio da solo un OT-non-del-tutto-OT, per segnalare l’implementazione della copertina del Vernacoliere qui sulla colonna accanto. Fondamentale.

  7. utente anonimo says:

    Eh ma vuoi mettere come suona meglio broda di brother, doncha, woncha, killah, creepa…E poi il titolo della canzone “woda-woda” non era fatto apposta per evitare i possibili fraintendimenti della dicitura “water-water”?
    See ya…
    Ale

  8. Dis0rder says:

    oh cielo, Woda Woda. La sto riascoltando adesso. Quanti scheletri negli armadi degli ascoltatori dei Litfiba…

  9. neurobi says:

    il mio paese è invaso da innumerevoli “fallow the banana”, e l’autore è uno dei tanti scemi del villaggio freelance.
    Che ti suggerisce?

  10. Dis0rder says:

    Boh! A me nulla. Google a “follow the banana” (ma con la O) mi dà come primo risultato un myspace austriaco, che non mi sembra niente di “virale”. Quindi è un matto che scrive cose a caso?

  11. utente anonimo says:

    Secondo me si è sbagliato. Voleva scrivere “BORRA”!
    IllegallyBlonde

  12. utente anonimo says:

    Dillo ai piccoli fan della Clerici che imbrattano i muri :-D!!
    IllegallyBlonde

  13. utente anonimo says:

    per fortuna internet non aiuta a trovare tutte le risposte..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: