It’s not our birthday anymore

Moz-Bus 
No, non me ne ero dimenticato. Non avevo scritto ieri, anche se ci avevano pensato tra gli altri Inkiostro e FedEpop (con abbondanza di link per veri fan e non).

Rimedio adesso. Tanto per te cambia niente: non mi avevi invitato alla tua festa, e nemmeno mi conosci. Se mi conoscessi poi sapresti anche che io faccio spesso gli auguri in ritardo, e mi perdoneresti. Uhm, no, probabilmente no.

moz-initiate 
I compleanni "pesanti" sono un appuntamento a cui giungono tutti, prima o poi. Anche io. Anche quelli che stanno leggendo questo post. E anche tu, è incredibile. 50. Il tempo è l’unico livellatore sociale, per festeggiare le cifre tonde (o semplicemente mettere un punto) non serve esser talentuosi, essersi impegnati, aver avuto particolare fortuna in amore o nella vita. Basta essere ancora qui.

Come ho celebrato la serata del tuo compleanno? Come peggio non potevo, forse. In un posto con musica pessima, gente quasi all’altezza della stessa e atmosfera che non potrebbe esser più lontana da quello che sono io, che siamo noi.
Poi mi sono spostato altrove. Ambiente completamente diverso, eppure egualmente inadeguato all’occasione. La stessa, eterna sensazione di essere fuori posto.
 
moz-maladjusted  
Poi sono salito in macchina per tornare a casa, da solo. E finalmente ho fatto partire Years of Refusal. Finalmente.

Sono arrivato a casa, dove mi attendeva un sonno profondo. E stamattina avevo un grosso sorriso stampato sulla faccia, grazie a un sogno fatto appena prima di svegliarmi e ancora ben nitido nella mia mente.
Più tardi mi sono riascoltato un tuo vecchio disco. E ho abbozzato un altro sorriso notando che tra le sue canzoni Last night I dreamt that somebody loved me precede proprio Unhappy Birthday. Guarda caso.

Forse mi sbagliavo. Una serata del genere era il modo migliore per festeggiarti.
Grazie per tutto, e nonostante tutto.

moz-refusal
(Nelle foto: un giovane Morrissey sfacciato e conturbante; una delle sue copertine più vituperate, con un Morrissey più maturo e a mio parere assai tenero e fascinoso; il Morrissey splendido cinquantenne di oggi. Ne volete ancora? Feticisti! Accomodatevi qui.
Il Moz-Bus all’inizio del post è stato creato grazie a questo.)

Annunci

7 Responses to It’s not our birthday anymore

  1. neurobi says:

    Nella foto “initiate me” è strepitoso! :)

  2. Davvero uno splendido cinquantenne…
    Non è mia abitudine, in genere, commentare post così intimi, ma faccio un’eccezione. Ritrovo tante sensazioni identiche alle mie.

    P.S: mi sono permessa di linkarti, mi piace questo luogo.

  3. Dis0rder says:

    vecuvia: grazie :) (però non è troppo intimo il post, dai. Al massimo un po’ fan-atico :D )

  4. Acrylic77 says:

    ADORO QUEST’UOMO E QUESTO MUSICISTA :)

    Grazie per il post.

    A-77

  5. Io li ho fatti il 24 :)

  6. Dis0rder says:

    A-77: grazie a te!

    S.: auguri in super-ritardo, visto l’ulteriore ritardo con cui rispondo a ‘sto commento (mi sa che ci sentiamo molto più in tempo reale in altre sedi che via blog eheh)!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: