E mi raccomando cammina attaccato al muro

Plim-plom: interrompiamo l’apatia estiva di questo blog con la mini-recensione di Io Doppio, lo spettacolo live di Paolo "dal Nido del Cuculo a Neri Parenti" Ruffini (ieri sera alla Fortezza da Basso a Firenze).

Contenuti:
Cazzo, topa, te lo schianto nel didietro, potta, culo, settusseibùodillo, topa, finocchio, culo. Il tutto per oltre due ore di intrattenimento da villaggio vacanze misto Benigni wannabe, comprendente interazione con il pubblico e musica "trash" dal vivo, e interrotto qua e là dalla proiezione dei famigerati video doppiati in livornese (per una mezzora totale: quelli – e solo quelli – molto divertenti, anche se quasi tutti già rintracciabili sul web).

Consigliato se e solo se:
1) siete il pubblico dei cinepanettoni;
2) per motivi anagrafici avete scoperto le parolacce da meno di due anni, quindi reggete molto più di 10 minuti di comicità basata solo su quelle;
3) è gratuito o quasi e la stessa sera non c’è davvero nient’altro da fare.

Annunci

3 Responses to E mi raccomando cammina attaccato al muro

  1. dellamorte says:

    No, dai, ti facevo uno spettatoe più sofisticato…
    A me ne fanno ridere due o tre…cioè la stessa probabilità cioè che hanno di farmi ridere du o tre battute di un collega durante la mattinata di lavoro, in somma. Lui, poi, è inqualificabile.

    Ma parliamo di cose serie: ci vieni a vedere gli ODP dalle mie partiiiiii??? Guarda che non scherzo e posso ospitare, come si dice negli annunci di fondo pagina.

  2. Dis0rder says:

    Beh, i video a me fanno ridere – più o meno forte – quasi tutti. Ma dipende anche dal fatto che su internet ne guardi 1, 2, 3 a fila al massimo. Comunque anche a vederne un quarto d’ora di fila sono divertenti: soprattutto paragonati allo spettacolino con il pubblico (anche oltre la mezzora di durata per blocco!!!), che fa più e più volte perplimere seriamente (non è neanche che sia sempre tremendo… è che boh, è una comicità così impalpabile che di fronte a certe ovazioni del pubblico non sai che pensare).
    L’omofobia ripetuta e banale di molte battute e del pubblico che continua evidentemente a richiederle influisce negativamente sul giudizio, non posso negarlo. Ma anche lì, è più tristezza perché non si riesce a costruire qualcosa di più della gag della monetina. Il Vernacoliere, altrettanto triviale, sta da tutt’altra parte ad esempio.

    (per la parte annunci, grazie e mi farò presto vivo in altra sede!)

  3. utente anonimo says:

    mani a posto, mi raccomando.
    m

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: