Everybody wants to be the dj

Qualcuno di voi che non è potuto venire nelle scorse settimane (e magari neanche mai potrà, causa distanza) mi chiede dettagli sulla musica che sto mettendo a Ponterotto. Discorso su cui non mi sono mai soffermato qui finora, anche perché in realtà non c’è – e al momento è giusto che non ci sia – una direzione ben precisa.
Diciamo che gli unici paletti sono: mettere abbastanza cose nuove, mettere abbastanza cose italiane, mettere cose un minimo in tema con i gruppi che di volta in volta si esibiscono (posto che le serate di Ponterotto si basano sulla musica dal vivo e che qui non ci sono certo ambizioni da superstar dj, ma solo la voglia di divertirsi intrattenendo chi aspetta il concerto o resta quando è finito).

Di seguito, un paio di estratti di playlist che sono riuscito a recuperare e che non so se ben rappresentative. 

23/1/10 (primi pezzi – parzialmente a tema Lost – dopo il live degli Eterea PostBong Band)

Mama Cass – Make Your Own Kind Of Music / Eterea Postbong Band – Cavalcata pt.1    
Primal Scream – Kill All Hippies
Battles – Atlas
Julie’s Haircut – Satan Eats Seitan
Soulwax Slowdance
Friendly Fires – White Diamonds
Animal Collective – Summertime Clothes
Musica Per Bambini – Morto Vivo
I Camillas – La Canzone Del Pane
The Calorifer Is Very Hot! – Outside Is Cold For Us
Hot Chip – Take It In
Bad Lieutenant – Sink Or Swim
Pet Shop Boys – Flamboyant
Patrick Wolf – Hard Times
Art Brut – Nag Nag Nag Nag
Pixies – Gouge Away
Dinosaur Jr. – Over It

30/1/10 (primi pezzi dopo il live dei The Calorifer Is Very Hot!)

Okkervil River – Pop Lie
Girls – Lust For Life
The Pains Of Being Pure At Heart – This Love Is Fucking Right
Buzzcocks – You Say You Don’t Love Me
The Wave Pictures – Leave The Scene Behind
The Long Blondes – Giddy Stratospheres
Arctic Monkeys – Cornerstone
Morrissey – Let The Right One Slip In
Kaiser Chiefs – Modern Way
Damien* – Confidants
Trabant – Tonight Party
Bloc Party – Talons
Late  Of The Pier – Bathroom Gurgle
Art Brut – Alcoholics Unanimous
Bob Mould – Stupid Now
Nirvana – Territorial Pissings
R.E.M. – All The Right Friends
Shout Out Louds – Time Left For Love
The Mary Onettes – Puzzles
Jens Lekman – Friday Night At The Drive-In Bingo
Billie The Vision & The Dancers – Summercat
The Hidden Cameras – Underage

Precisazioni:
1) prima del live (quando sono più sobrio), o sul tardi, metto anche roba più tranquilla;
2) sì, in realtà potrei sbracare anche più di così;
3) se avete critiche, presentate pure proposte in loco. Accompagnate da cadeau vari potranno avere più successo.

Non fateci l’abitudine, in ogni caso: ho già svelato anche troppo e il playlistaggio non si ripeterà.

Soulwax – Too Many DJs

– – –

ps. domani ci sono i bravissimi Blake/e/e/e. Non aspettate il mio post di presentazione che come sempre arriverà troppo tardi, organizzatevi per non mancare!
 

Annunci

2 Responses to Everybody wants to be the dj

  1. a te il concetto di sbracare bisogna che te lo spiego meglio. ho riletto le playlist 3 volte e non vedo da nessuna parte non dico il discosamba, ma un pezzo che si possa definire anche vagamente "conosciuto" al popolo. e quando dico popolo mi riferisco al paese reale TM. se qualcuno si lamenta che forse hai sbracato mandamelo al Kaiadas e poi ne riparlate. se mi dici che però hai messo in Nirvana (Territorial pissing!?) ti spacco le gambe. con affetto your faithfully benty

  2. Dis0rder says:

    Buona correzione: effettivamente in un’ottica Paese Reale (TM) non sono molto tamarre/piacione queste parti di set qui. E’ che mentre scrivevo il post (di fretta) pensavo più a cose messe dopo (e che qui non ho riportato), roba tipo Gossip per intenderci.

    Che poi pure quelle sono cose raffinatissime rispetto a quelle che toccherebbe mettere se fosse un posto dove si balla e quindi si volesse far restare la gente in pista. Siccome invece per lo più – salvo rari casi – a P. non si balla (come purtroppo in moltissimi posti medio-piccoli in cui si fanno concerti, in Toscana in particolare), mi butto più su roba che possa essere un minimo stimolante per l’ascolto.

    Datemi una pista da ballo affollata (ma anche 2 persone 2 ben disposte a muovere il culo) e probabilmente, di fronte alle prime difficoltà, come tutti servirei in sequenza ben mixata i RHCP, la mia dignità e i Doors.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: